In pensione a 75 anni: è davvero così?

IN PENSIONE A 75 ANNI – La dichiarazione rilasciata negli scorsi giorni dal presidente dell’INPS Tito Boeri ha fatto molto discutere. La simulazione, presentata durante un rapporto sulla previdenza, prende a campione 5.000 lavoratori nati nel 1980 e porta a conclusioni tutt’altro che rassicuranti. Stando ai risultati, infatti, la generazione presa ad esame dovrà lavorare per più anni (fino a 70/75 anni) per vedersi corrisposto un assegno mensile del 25% inferiore a quello percepito dalle generazione precedenti.
E’ bene ricordare che ciascun cittadino può effettuare on line una simulazione della propria pensione grazie al servizio offerto dal sito dell’INPS e a tale riguardo proprio in questi giorni l’ente sta anche provvedendo ad inviare ai contribuenti le c.d. “buste arancioni” contenenti l’estratto conto contributivo e una simulazione pensionistica indicativa del cittadino.

Per simulare la propria pensione: clicca qui

Ti interessa saperne di più? contattaci qui